skip to Main Content
Liberi?

Liberi?

Bentornati tra i miei angoli smussati.

Cos’è la libertà?

È quel bene prezioso, ma in via di estinzione, che vorrei regalare a mio figlio prima che venga cancellato definitivamente dai vocabolari che verranno consultati dalle nuove generazioni. Illudersi di essere liberi non significa esserlo sul serio. Troppe volte ci sentiamo inadeguati, spesso incateniamo i nostri pensieri per evitare di esprimerli, perché prevale il terrore di venire attaccati ed etichettati. Ogni volta che mettiamo da parte il nostro parere perdiamo un pezzo di libertà.

Foto_me1La società ci sta imponendo di accettare qualunque cosa, a denti stretti e con la bocca sigillata. Ci ha trasformati in soldati disciplinati, simili a pupazzi che ripetono “signorsì” e si mettono sull’attenti. Che non fanno domande, non si interrogano, non mettono in discussione nulla e prendono per oro colato tutto ciò che esce dalla bocca di quel televisore che ci sta rincoglionendo.

Ogni tanto una mano gentile, almeno in apparenza, ci afferra per tirarci fuori dalla scatola invisibile nella quale siamo rinchiusi e ci consente di svagarci – il minimo necessario, sia ben inteso –, ma dopo poco ci imprigiona di nuovo e se ne frega se rischiamo di soffocare. Finge di non sentire le nostre grida disperate, tanto saranno destinate a cessare.

Si salverà solo chi è più resistente, al dolore fisico e, soprattutto, a quello mentale.

Soffochiamo col sorriso impresso sul volto, perché ci illudiamo che fingere di essere felici possa colmare quel senso di vuoto che perennemente ci accompagna; ci accompagna fino sul ciglio del burrone, sul quale dobbiamo restare in equilibrio nonostante qualcuno, con un lungo bastone, ci stuzzichi per farci cadere.

Siamo schiavi, altroché individui liberi. E quando ce ne rendiamo conto ci trasformiamo in mostri. Lupi affamati che per sopravvivere attaccano i più deboli.

Proprio così. Ci riempiamo la bocca di belle parole, ma coi fatti non perdiamo occasione di smentirci.  Predichiamo il bene ma spargiamo il male. Ogni giorno.

Ogni fottuto giorno è sempre più difficile tirare avanti. Zoppichiamo, tendiamo una mano in cerca di aiuto, ma nessuno la afferra. Siamo un concentrato di cattiveria nella più ottimistica delle ipotesi; di indifferenza nella maggior parte dei casi. Combattiamo quotidianamente una serie di inutili guerre che ci logorano, ma… ci siamo mai chiesti cos’è la guerra?

È l’insieme dei proiettili invisibili che ci spariamo addosso l’un l’altro. Inchiodiamo il prossimo alla croce, prendiamo la mira e… ci incolpiamo, ci insultiamo, perché anche i soldati diligenti ogni tanto si ricordano di essere umani e hanno bisogno di sfogarsi. Ma non è con la guerra che si ottiene la libertà. La libertà non è la logica conseguenza di una guerra appena terminata.

Foto_me2La libertà è lo stato d’animo con il quale affrontiamo la vita. Liberi non si nasce ma si diventa.

Libertà è la capacità di abbattere i paletti, di superare gli ostacoli, la volontà di allungare la mano per aiutare coloro che la società ha etichettato come rifiuti e, perciò, gettato in un angolo; una società spietata che tenta di isolarti se sei una voce che canta fuori dal coro.

Cantare fuori dal coro è una scelta coraggiosa ma in grado di regalare soddisfazioni.

La libertà è un diritto sacrosanto e ciascuno ha il dovere di lottare per difenderla. In che modo? Con una mentalità che va “oltre”. Perché è solo andando oltre che l’impossibile diventa possibile e si può raggiungere quella porzione di mondo ritagliato su misura per noi; un mondo che ci accetta così come siamo. Che non ci impone nulla se non essere felici. E per esserlo è fondamentale avere il coraggio di essere se stessi, senza maschere e senza filtri.

E voi cosa ne pensate? Scrivetelo nei commenti.

Un caro saluto smussatori di angoli.

(Immagine di copertina scaricata gratuitamente da Pixabay.com)

 

 

 

 

Questa pagina ha 1,059 letture totali

Questo articolo ha 2 commenti
  1. La “libertà” argomento discutibile da sempre… Cos’è la libertà se quando ci esprimiamo con “libertà”, liberi di essere noi stessi, di pronunciare un nostro parere, ecc… Diventiamo attaccabile??
    La libertà è qualcosa che ci concedono gli altri o un diritto che abbiamo paura di possedere?
    La libertà ha tanti significati, per me libertà è anche: Poter tendere la mano semplicemente per offrire aiuto senza incombere nel rischio di venir messi sempre in discussione!

    1. Grazie mille per il commento.
      Condivisibile anche la tua definizione di libertà.
      Sicuramente è un argomento che si presta a diverse interpretazioni.
      Buona serata.

Rispondi a Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top