skip to Main Content
Un Briciolo Di Comprensione

Un briciolo di comprensione

Bentornati tra i miei angoli smussati.

Come ci siamo ridotti? È davvero necessario mendicare a ogni angolo della strada per ottenere un briciolo di comprensione?

Foto_sediaL’estetica vince sempre. Vince su tutto. Se ingrassi la gente ti prende per il culo ma non ti chiede se va tutto bene. Se ne frega se sei vittima di una fame nervosa che si diverte a tormentarti. Se quella fame assomiglia a una mano con le unghie affilate e ti infilza ogni maledetto giorno. Sei hai le occhiaie le devi coprire e sperare che nessuno se ne accorga, perché agli altri non importa comprendere il motivo delle tue notti insonni. Per il popolo giudicante sei solo grasso e uno zombie dal viso smunto, e perciò degno di essere esposto alla gogna mediatica. Da offrirti hanno solo risate sguaiate con le quali ti inchiodano alla croce.

La società, questa società profondamente ammalata, ci mette in fila come manichini e ci taglia i fili. C’è chi tenta di reagire, chi fa spallucce ed è in grado di fregarsene, ma le anime più sensibili soffrono. E non riescono a parlarne con nessuno, perché rari sono coloro che ascoltano sul serio, che comprendono, e che magari hanno una parola buona da spendere nei confronti di chi si sente a pezzi.

La società si diverte a bullizzarci, e spesso noi ne siamo complici inconsapevoli. O consapevoli? Ancora peggio.

Siamo complici ogni volta che prendiamo in giro qualcuno invece di tendere una mano per aiutarlo. Ogni volta che ci copriamo gli occhi e fingiamo di non vedere. Ogni volta che simuliamo comprensione ma in realtà esultiamo per le disgrazie altrui. Ogni volta che commentiamo con leggerezza sui social e giudichiamo persone delle quali conosciamo a mala pena nome e cognome.

Ci stiamo riducendo così, cari smussatori di angoli.

Siamo interessati solo a noi stessi, certe cose le capiamo solo quando le viviamo, l’empatia è una qualità che in pochi possiedono, o che in molti si sono scordati di possedere. Ciascuno pensa a sopravvivere, si posiziona sulla cima della piramide ed evita di guardare all’ingiù per scoprire da dove provengono quelle voci che gridano aiuto.

I figli non sono solo creature innocenti alle quali donare amore, ma spesso diventano un vanto e le loro abilità sono portate all’eccesso per farli apparire. E quando hanno dei problemi invece di offrire loro un briciolo di comprensione, tendiamo a mascherarli, a minimizzare, presi come siamo dalla paura di sfigurare davanti agli altri.

Non è il Covid che ci sta portando alla rovina, ma è la società attuale che è strutturata in modo poco umano. L’egoismo, la frenesia e la sete di potere sono tre ingredienti pericolosi. Quando i sentimenti vengono calpestati in continuazione, la società diventa un arido deserto in cui non spunta più nemmeno un misero fiore. E senza fiori viene a mancare la speranza di veder sbocciare un futuro diverso.

Foto_ditaMa, nonostante tutto, non dobbiamo arrenderci. Perché l’inversione di rotta è ancora possibile visto che dipende da noi. Quando le persone non saranno più costrette a elemosinare un briciolo di comprensione sarà il primo e importante segnale di cambiamento.

 

Non è difficile, non credete? Cosa ne pensate? Scrivetelo nei commenti.

Un caro saluto smussatori di angoli.

(Immagini scaricate gratuitamente da Pixabay.com)

Questa pagina ha 827 letture totali

Questo articolo ha 2 commenti
    1. Grazie mille per il commento.
      Anche se la situazione attuale non è delle più rosee, sentimentalmente parlando, non dobbiamo perdere la speranza! 😉
      Buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top